Gambe sane e leggere per tutta l’estate

La Beauty Routine estiva per una pelle più luminosa, raggiante e compatta
27 giugno 2018
Tè verde Matcha in polvere: un superalimento per il corpo e per la mente
7 luglio 2018

Con l’arrivo del caldo estivo tantissimi di noi iniziano purtroppo ad avere problemi di gonfiori alle caviglie con sensazione di gambe pesanti. E’ molto più comune in chi fa un lavoro che costringe a stare spesso in piedi, ma colpisce in generale un pò tutti. Dipende dal fatto che col caldo la parete dei vasi si dilata e perde un pò di elasticità, di conseguenza fatica poi a costringersi e quindi a spingere il sangue verso l’alto. Immaginiamo in fatti le vene delle gambe non come dei semplici tubi cavi, ma come delle strutture ben organizzate dotate di pareti elastiche che, contraendosi, spingono il sangue verso l’alto favorendo così il ritorno venoso del sangue al cuore. Quando questa parete perde un pò di elasticità capiamo quindi che fatica a contrarsi in modo preciso con conseguente ristagno di sague che porta a gonfiore ed edema. Col caldo estivo il problema si aggrava in quanto il caldo provoca vasodilatazione (con la vasodilatazione il corpo elimina un pò di calore interno, quindi è anche un sistema di raffreddamento corporeo) e se il vaso ha poca elasticità, una volta che si è dilatato tanto fa decisamente più fatica a contrarsi. Da considerare anche la demineralizzazione dell’organismo, fenomeno più importante con l’avanzare dell’età, che porta ad un indebolimento della parete vasale che tende quindi ancora di più a perdere elasticità.

Come fare a rimediare o ad avere un pò di sollievo?

Innanzitutto consiglio un bel pediluvio in acqua fresca con del sale e un paio di gocce di olio essenziale di menta che ha un effetto rinfrescante immediato.

Dopo il pediluvio sarebbe meglio utilizzare una crema specifica per le gambe gonfie. A me piace molto il gel Vitiven effetto freddo, che prolunga l’effetto fresco del pediluvio e che, in caso di necessità, essendo un gel dalla consistenza leggera che non unge, può essere direttamente applicato sui collant, ma è molto buona anche la crema all’ippocastano della Bema cosmetici.

Consiglio sempre di mettere un cuscino sotto il materasso proprio dalla parte dei piedi, in modo che il materasso sia un pò rialzato e favorisca quindi il ritorno venoso durante la notte.

Io poi associo sempre un drenante, faccio dei cicli durante la stagione, e mi rendo conto che sono davvero utili. A me piace molto il drenante bio dell’Arkopharma, 20 flaconcini predosati da bere diluiti in mezzo litreo di acqua anche perchè, oltre a funzionare molto bene, ha anche un sapore invitante. Bere molto durante tutta la giornata è importante e, nei periodi di pausa dal drenante, bevo solo del tè verde (che a me non manca mai) o, se mi sento particolarmente gonfia, la tisana “Gambe Leggere” che preparo a caldo e poi faccio raffreddare in frigo o con dei cubetti di ghiaccio).

Se non ti piace il drenante da bere, ti consiglio l’associazione Ananas/Pilosella in capsule (una di Ananas e una di pilosella al mattino e una di Ananas la sera, preferibilmente prima dei pasti), meglio accompagnate da un abbondante bicchiere di acqua, tè verde fresco (in estate sono molto buoni anche quelli aromatizzati preparati a freddo come il Sencha Limone e Zenzero). Un’ottima alternativa a queste bevande è il centrifugato di Ananas, Mela e Zenzero, rinfrescante e drenante.

In questi casi è utile anche l’omeopatia, anche in associazione a questi trattamenti per un’azione più forte. Io consiglio Aesculus Hippocastanum 6CH in granuli, oppure Pulsatilla 6CH (altro importante rimedio della congestione venosa). Se vuoi sapere di più su questi due rimedi o se ti interessa sapere quale dei due potrebbe essere più indicato nel tuo caso, contattami pure.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Centro delle preferenze sulla privacy

Google Analytics

Utilizzato per inviare dati a Google Analytics in merito al dispositivo e al comportamento del visitatore. Tiene traccia del visitatore su dispositivi e canali di marketing.

_ga, _gid, _gat, _gtag

Chiudi il tuo account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?