Vitamina C: a cosa serve e perchè è meglio scegliere quella naturale

Difese immunitarie: come proteggersi in modo completamente naturale.
8 ottobre 2018

La Vitamina C o Acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile – ovvero una vitamina che si solubilizza bene in ambiente acquoso – che, non essendo sintetizzata dall’uomo, deve per forza di cose essere assunta con l’alimentazione o integrata quando questa fonte non è sufficiente a soddisfare il fabbisogno giornaliero. Questo fabbisogno, ovvero la quantità di vitamina C necessaria, può variare da persona a persona e dipende da numerosi fattori tra i quali possiamo sicuramente citare il fumo (i fumatori ne hanno più bisogno) l’ambiente in cui si vive (chi vive in zone ad elevato tasso di smog ne ha più bisogno) e lo stato di salute generale dell’organismo. Questa vitamina origina dal glucosio per azione di un piccolo enzima, la L-gulonolactone oxidasi, che manca nell’uomo ed ecco perchè noi non possiamo sintetizzarla. Tutti sappiamo che la vitamina C è importante, ma in genere riconduciamo la sua azione solo all’effetto antinfluenzale o antiraffreddamento e molti di noi iniziano a farne scorpacciate con l’arrivo dei primi freddi. Quello che non sappiamo però è che questa vitamina svolge tantissime altre funzioni nel nostro  organismo, funzioni che neanche immaginiamo e che scientificamente sono state dimostrate molto più fermemente rispetto all’azione antinfluenzale che diversi studi sperimentali dicono sia quasi nulla anche se l’evidenza dimostra spesso e volentieri il contrario.

Innanzitutto la vitamina C è un importantissimo cofattore enzimatico, ovvero, spiegato in parole molto semplici, è necessario che la vitamina C si leghi a molti enzimi affinchè questi possano funzionare. Quindi nel nostro corpo ci sono circa una quindicina di enzimi che non si attivano o funzionano molto male se non c’è nei loro pressi una buona dose di vitamina C pronta a legarsi in un loro preciso sito. Uno dei processi che richiede la presenza della vitamina C per poter funzionare al meglio è la formazione delle triple eliche del collagene. In mancanza di vitamina C queste non si formano correttamente e questo compromette seriamente l’integrità non solo della nostra pelle, ma anche delle mucose, dei vasi sanguigni e persino delle ossa!

La vitamina C inoltre, grazie alla sua azione antiossidante, aiuta il nostro organismo a depurarsi dai radicali liberi, molecole dannosissime che provocano un precoce invecchiamento cellulare rendendo le nostre cellule e di conseguenza i nostri organi molto meno performanti.

Inoltre questa vitamina svolge un ruolo importante anche nel metabolismo della carnitina e delle catecolamine. Detta così sembrerebbe una cosa banale, in realtà ricordiamo che le catecolamine sono importanti ormoni e neurotrasmettitori quali adrenalina, noradrenalina e dopamina.

Da qui capiamo l’importanza della vitamina C, ma la vitamina C è tutta uguale o ci sono differenze tra quella di sintesi e quella naturale? Io, ovviamente, propendo per la seconda opzione! Questo perchè innanzitutto la vitamina di sintesi è solo acido ascorbico, mentre la vitamina naturale, quindi estratta da vegetali, è acido ascorbico più tutta una serie di molecole, soprattuto bioflavonoidi, che servono affinchè questa vitamina possa espletare al meglio il suo ruolo nella cellula. A dire questo, ad esempio, uno studio condotto da Uchida E. et al che dimostra che la vitamina C estratta da acerola non solo è più assorbita, ma è trattenuta ed utilizzata meglio dall’organismo. A dire il vero ci sono anche degli studi che non hanno evidenziato grosse differenze tra le due, ma vogliamo mettere una vitamina naturale con una sintetica? Per me è un pò come scegliere tra mangiare un bel piatto di pasta o prendere una pasticca di carboidrati assemblati in qualche provetta, non è proprio la stessa cosa!

Tra le fonti naturali più ricche di Vitamina C sicuramente l’acerola e la rosa canina. Facciamo pure scorpacciate di frutta invernale, arance, kiwi, olivello spinoso, ma quando l’apporto con i vegetali non è sufficiente, integriamo scegliendo un integratore di vitamine estratte. Questo discorso, ovviamente, non è valido solo per la vitamina C, ma per qualsiasi altro tipo di vitamina.

Se questo articolo ti ha incuriosito e vuoi saperne di più contattami pure

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Centro delle preferenze sulla privacy

Google Analytics

Utilizzato per inviare dati a Google Analytics in merito al dispositivo e al comportamento del visitatore. Tiene traccia del visitatore su dispositivi e canali di marketing.

_ga, _gid, _gat, _gtag

Chiudi il tuo account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?